Gen 2008 “Legge 194. La posizione delle Comunita Cristiane di Base”

Gen 2008 “Sulla legge 194 sull’interruzione volontaria di gravidanza”
Comunicato stampa della Segreteria Tecnica Nazionale delle 
Comunità Cristiane di Base

Riceviamo e pubblichiamo volentieri

La vita è un valore troppo grande per essere ancora rinchiusa nella gabbia della cultura patriarcale che continua a imporre il proprio autoritario paternalismo amministrando e strumentalizzando le paure che l’uomo e ladonna hanno di fronte alle pulsioni della vita e alla finitezza della esistenza. Riteniamo distruttivo e opposto alla cultura della vita colpevolizzare le donne che vivono il dramma dell’aborto, definirle “assassine”, accostare l’aborto stesso alla pena di morte e accusare la legge 194 di “genocidio” dei feti.

Non è deprimendo la soggettività femminile e il senso di responsabilità della donna che si difende la vita. Quando il potere ecclesiastico avrà compiuto una riparazione storica facendo finalmente spazio alla maternità che non è solo dare vita in senso biologico ma è cultura, è visione femminile di Dio, della Bibbia, di Cristo, della fede e dell’etica, allora potrà intervenire credibilmente sull’etica della vita.

 

Ma in quel momento si sarà dissolto come “potere”. Sarà un bel giorno. Merita lavorare perché si avvicini.

La Segreteria Tecnica Nazionale delle CdB italiane
Appiano Gentile, 8.01.08

 

Segreteria Tecnica Nazionale Cdb

Cdb Nord-Milano
c/o Rosario Carlig
Via Petrarca 8/B
22070 Appiano Gentile (Como)
[email protected]

www.cdbitalia.it

 

Maschile Plurale

"Raffina i sentimenti, trasgredisci i rituali"

Potrebbero interessarti anche...