Taggato: femminismo

Il Premio di scrittura femminile 2017 alla Casa Internazionale delle donne (sotto sfratto)

Nonostante tutto le attività della “Casa” sono tante, necessarie e continuano ad andare avanti. Una di queste è il bellissimo Premio di scrittura femminile che ogni anno vede in gara numerose opere e diverse sezioni da cui emergono testi interessanti, sia tra i premi sia tra le segnalazioni. Sabato 2 dicembre, nella sala Carla Lonzi, si sono svolte le assegnazioni dei premi, che sono state anche l’occasione per presentare e approfondire diversi tracciati di lavoro che vanno dalla scienza, alla politica, al diritto per arrivare alla poesia, all’arte e alla letteratura. 

7 motivi per cui così tanti uomini non capiscono il consenso sessuale

Molto tempo prima che avessi l’età per uscire con le ragazze o anche prima che avessi degli amici, le cose erano già state rese chiare: in tutte le relazioni, gli uomini sono dei predatori e le donne sono delle prede. Le loro espressioni di paura e di rifiuto – compresi gli attacchi fisici di difesa – sono giochetti che bisogna vincere, come un difficile gancetto del reggiseno

IQDV#42 – #Quellavoltache

#Quellavoltache è un hashtag molto utilizzato in questi giorni su Twitter. Un lunghissimo elenco delle quotidiane violenze e molestie subite dalle donne. Un modo per ampliare la luce dei riflettori su una questione gravissima che non riguarda solo le attrici (tra loro anche l’italiana Asia Argento) prese di mira dal predatore sessuale Harvey Weinstein, potentissimo produttore di Hollywood

IQDV#41 – Il maschio ha perso solo il pelo

Anni fa ho avuto una storia con una ragazza che non si depilava le gambe. Aveva belle gambe che spesso portava scoperte. Poi a un certo punto iniziò a depilarsi perché il vantaggio della libertà dalla depilazione stava diventando minore rispetto allo svantaggio di dover vivere in una società di nuovi maschi alienati con in mano oggetti del progresso tecnologico e nel cervello sordide regressioni patriarcali. E ciò iniziava anche ad essere pericoloso. Stiamo parlando degli anni Zero di questo secolo

LA POLITICA COME ESPERIENZA TRAGICA DELL’OSCENO

Io vorrei usare la parola ‘osceno’, che mi sembra più forte, perché è una dimensione legata immediatamente al corpo; a ciò che, in un corpo, deve star fuori dalla scena sociale, dagli schemi corporei imposti e accettati. L’omosessualità è stata a lungo, ed è ancora, l’osceno per eccellenza (tranne, parzialmente, in alcuni paesi, dove è stata accettata in termini di parità istituzionale, che è un modo per annullarne la carica contestativa dell’eterosessualità dominante)