GRUPPO MASCHILE PLURALE LUCCA

 

Presentazione del gruppo “Maschile Plurale di Lucca”

 

Il gruppo Maschile Plurale di Lucca si riunisce con cadenza quindicinale dal giugno del 2017. Siamo un gruppo eterogeneo per età, esperienze e vissuti. Siamo un gruppo di ascolto e condivisione che si propone anche iniziative e attività rivolte verso l’esterno con interventi pubblici sul piano sociale (la nostra prima iniziativa sarà in occasione del prossimo 25 novembre 2017), educativo con interventi presso le scuole superiori e contatti con le varie associazioni femminili presenti nel nostro territorio.

La violenza sulle donne ci riguarda e ci chiama in causa al di là delle storie e vissuti individuali; ci riguarda tutti in quanto portatori di una cultura e di modelli fondati sul patriarcato, sul potere e sulla dominanza. La violenza non appartiene solo a chi la esercita materialmente, non è solo il comportamento “sbagliato” di alcuni: ne rispondiamo tutti noi uomini.

Poiché sentiamo in modo insopportabile il disagio, il malessere di una identità maschile storicamente determinata, di modelli millenari che opprimono donne, ma anche uomini e strati sociali subalterni, abbiamo cominciato a interrogarci e a riflettere sulla necessità di lavorare per una trasformazione dell’”essere uomini”, riconoscendo la nostra parzialità, a partire ciascuno dal proprio vissuto.

Nella prima fase dei nostri incontri abbiamo soprattutto cercato di ricostruire il percorso familiare, educativo e sociale che ha concorso alla costruzione della nostra identità maschile. Il nostro modo di procedere si basa su poche e semplici regole: ascolto non giudicante – disponibilità al confronto di esperienze personali mettendo in campo il nostro sentire – accoglienza delle varie sensibilità e delle differenze. Ci accompagna la consapevolezza che il percorso che abbiamo intrapreso noi a Lucca, come i tanti altri gruppi di uomini del nostro Paese, è un cammino lungo, difficile, anche doloroso che esprime tuttavia la volontà di contribuire ad un cambiamento nella cultura e nelle pratiche sociali e individuali che avvertiamo come non più rimandabile.

Per contattarci : [email protected]

Pagina Facebook